Autori con la sindrome di Rowling. Quando il protagonista non c’è

Durante l'ultimo periodo della gravidanza ho letto l'intero Ciclo dell'Eredità di Christopher Paolini, meglio conosciuto come la saga di Eragon. Il commento in questione non è una recensione simpliciter. Ciò che vorrei condividere è il fatto che, dopo quattro romanzi (peraltro lunghissimi e, per la maggior parte delle pagine, inutili), ancora non capisco perché Eragon … Leggi tutto Autori con la sindrome di Rowling. Quando il protagonista non c’è

“Un desiderio d’impegno continuamente rinviato” intervista a Marianne Durano

Sul numero di luglio del mensile dell'Osservatore Romano Donne, Chiesa, Mondo, la filosofa Marianne Durano ha rilasciato un'interessante intervista sulla situazione delle giovani donne in Occidente. Di fronte alla domanda se, oggi, le ragazze abbiano più difficoltà delle loro madri a realizzare il loro "progetto di vita", la Durano commenta: "Per me il problema sta … Leggi tutto “Un desiderio d’impegno continuamente rinviato” intervista a Marianne Durano

XXIV Trofeo RiLL Il Miglior Racconto Fantastico

XXIV Trofeo RiLL Il Miglior Racconto Fantastico in collaborazione con: il festival internazionale Lucca Comics & Games, la Wild Boar Edizioni, la rivista irlandese Albedo One, la AEFCFT (Asociación Española de Fantasía, Ciencia Ficción y Terror), l’associazione SFFSA (Science Fiction and Fantasy South Africa), la e-zine Anonima Gidierre, la rivista Andromeda, le Edizioni Il Foglio con il supporto di: Columbus - penne stilografiche dal 1918 … Leggi tutto XXIV Trofeo RiLL Il Miglior Racconto Fantastico

Dimmi che utopia hai e ti dirò chi sei

Cari avventori, oggi vi propongo un pensiero alla mescita molto particolare. Parlerò di Lewis Mumford e del suo testo Storia dell'utopia. Mai sentito? Tutto normale, si tratta di un autore tanto interessante, quanto sconosciuto ai più. L'AUTORE. Mumford nasce in America alla fine dell'Ottocento e si arruola nella marina durante la Grande Guerra. Tornato in patria riprende … Leggi tutto Dimmi che utopia hai e ti dirò chi sei